Proteggimi

Padre, proteggimi dalle tentazioni, da questo mondo scintillante, lucido, liscio (viscido) e perfetto che mi attira sé.
Proteggimi dalle mie brutture, fammi diventare onesta e vera, una pietra di basalto nera, non mi scalfiranno coi loro bisturi di acciaio e punte di diamante per compromettere ogni cosa.
Padre, salvami dal commercio, dalla disponibilità economica degli altri, dalle automobili di lusso, dalle lingue false e dai tentacoli dei topi di città.
Padre, tienimi lontana dall’America che qui tutti i sogni sono possibili ma si realizzano a caro prezzo, si perde la dignità, si perde la libertà. Si smette di somigliare a te.
Prima o poi mi faranno altre labbra e denti nuovi: per adesso questo angolo mancante tra gli incisivi mi riconduce alla tua faccia dalla fronte corrugata, occhi piccoli e chiari, come me, come te.
Ho visto una figlia che non somigliava a sua madre, nel reparto psichiatrico del Gemelli: arti anoressici, sopracciglia tatuate e labbra al silicone; pensieri confusi, parole a caso, e un contegno tenuto in piedi dalla cintura chiusa stretta intorno al costato.
Padre, proteggimi dalle false ambizioni, dagli impostori, dalle fatture non emesse, dalle banche, dalle giacche con le cravatte, dai luoghi esclusivi, dai deliri di onnipotenza, dalla tentazione alla deferenza.
Proteggimi dalla politica e dalle logiche di mercato, dove il povero è merce e il suo corpo il fatturato.
Proteggimi dalla seduzione delle vie del centro, fa’ che non ambisca mai al lusso, alle cose smisurate, fa’ che io abbia il metro a misura della mia apertura: da un polso all’altro, perché possa sempre portare la Croce che mi daranno per procura.
Proteggimi dai falsi miti, dall’illusione di tutto, perché tutto è illusione e ciò che sapevo non è mutato, ciò che sapevo è confermato: la vita è un circolo e non si ascende, i suoi soci hanno vantaggi esclusivi che nessuno è disposto a dividere con altra gente.

Un pensiero riguardo “Proteggimi

  1. Solo la tua ultrabrillante intelligente gentilezza dell’animo (Allen Gingsberg, Urlo) può proteggerti dall’illusione di tutto. Ma nel circolo, senza illusioni, sapendo, valendo (e tu sei Valent… ina), volendo… si PUO’ entrare. Quanto a restarci dentro, be’ questa è un’altra storia…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...